martedì 6 agosto 2019

Risultati Indelebili con Matevo(r)



Sono ormai passati molti anni da quel lontano 2001 in cui Matevo ha preso il via... Ne è passato più di uno invece dall'ultimo articolo su questo metodo. Ieri però mi ha chiamato Andrea, un ragazzo che conosco da quando era poco più che un bambino e che ora, dopo tantissimi anni di allenamento per lui molti dei quali con Matevo®, ha ottenuto un fisco davvero imponente. Telefonata che mi ha fatto venire voglia di scrivere un pezzo dedicato...
Dopo un anno che non vedevo ne sentivo questo ragazzo ed ora è perfino laureato senza però aver mai smesso gli allenamenti, ha voluto parlarmi apposta per complimentarsi dell'indelebilità dei risultati ottenuti con la tecnica Matevo! Ora solleva 140kg di dischi più 20 di bilanciere e per me è stata una bella soddisfazione saperlo.

Si, ho sperimentato su di me la sensazione di permanenza dei risultati forniti da Matevo® moltissime volte. Dopo le pause, dopo le 'paurose e incredibili' distanze ultratrail, le malattie, periodi difficili con il lavoro... Non so dire per quale motivo succede ma capita. Forse è per via della monoserie che caratterizza il metodo(ciò non mi stupirebbe perché con il monoallenamento nell'ambito ultratrail succede la stessa cosa), oppure per la lenta progressione o la struttura matematica del sistema, o forse una combinazione di tutte le componenti...

Molto spesso quando avevo la palestra Tempio del Fitness sentivo i discorsi dei miei allievi che non praticavano Matevo®, affermare che dopo la pausa estiva o le feste Natalizie il loro fisico regrediva spaventosamente. Affermavo ogni volta che a me non succedeva grazie a Matevo® ma loro annuivano per compiacermi, quasi come se per me visto che ero l'istruttore le regole fossero differenti. Impossibile! Per me le cose erano diverse per via di Matevo® e nient'altro.
Grazie alla chiamata del mio vecchio allievo e amico Andrea ho ricevuto l'ennesima conferma che la costante dell'indelebilità dei risultati offerti da Matevo® è una caratteristica intrinseca di questa strategia di allenamento.
Dopotutto questa strategia di costruzione fisica per l'antietà ha da sempre la caratteristica di essere paragonata a un 'Diesel', dato che si va avanti piano ma costantemente, nonostante pause o imprevisti e permette all'utente di migliorare sempre. In apparenza può sembrare una progressione molto lenta ma non lo è per nulla, dato che nel tradizionalismo classico del culturismo si procede in avanti esageratamente aumentando i carichi(su esercizi assolutamente inadatti) in modo grossolano e disorganizzato, poi ci si infortuna, si resta così fermi per un certo periodo e poi si riparte da zero. Anzi a volte perfino sottozero dato che una volta che le articolazioni 'cronicizzano' il danno, non si riescono più a svolgere le routine precedenti. Questo è quello che succede al 95% delle persone che si allenano con le classiche routine del Body Building tradizionale.


Con Matevo® questo non può succedere, dato che pur facendo crescere i carichi fino a livelli di 'imponenza', la sua amministrazione matematica, assieme alla prerogativa basata su movimenti evolutivi che passano sempre per la mano... evitano ogni disagio. Caratteristiche che permettono al praticante di ottenere una forza in continuo sviluppo con tutti benefici estetici e di salute correlati.

1 commento:

  1. Salve.Sono interessato al matevo che sto studiando su amazon kindle.Vorrei chiederi delle informazioni.Sono interessato alla versione abbreviata su tre esercizi,dato che ho 56 anni e lavoro in fabbrica.Non ho capito se il sollevamento massimale settimanale sulla panca al power rack viene mantenuto.Se volessi aggiungere un esercizio tu cosa consiglieresti?Ciao. Marzio

    RispondiElimina